Rugby Capoterra vs Bergamo.

Si riprende, finalmente!

Dopo due settimane di sosta, l’Amatori Rugby Capoterra si rituffa sul campionato, ospitando al comunale per la 9 giornata, l’ultima di un 2023 che ha regalato tante soddisfazione alla società presieduta da Andrea Cogoni, il Rugby Bergamo.

Una sfida tra due grandi del campionato di serie B. La compagine lombarda, attualmente occupa il terzo posto di una classifica che vede al comando Piacenza, seguita al secondo posto da Lecco.

Sono 26 i punti che finora ha conquistato Bergamo, anche se è d’obbligo ricordare, che Capoterra con i suoi 24 punti, ha una gara in meno rispetto ai bergamaschi, quella contro Cus Genova, non disputata la scorsa giornata.

Due settimane di sosta durante i quali la squadra non ha certo riposato, anzi. Coach Queirolo ha approfittato della pausa per riordinare le idee e, soprattutto, preparare al meglio la gara di domani al Comunale di via Trento con fischio d’inizio alle ore 14:30.

IL COACH

Per il tecnico argentino del Capoterra Juan Manuel Queirolo, una sfida da giocare con intensità e grande concentrazione per tutti gli 80’.

“Bergamo per me è forse la squadra più dinamica che c’è in questo campionato.

Questo non vuole dire che la compagine bergamasca sia meglio del Piacenza perché, dati alla mano, e soprattutto dopo averli affrontati, posso serenamente affermare che Piacenza merita l’attuale posto in classifica.

La squadra più consistente, più dinamica e, soprattutto più “forte” in tutti gli aspetti del gioco”.

Si prospetta, pertanto una bella sfida, quella che attende domani l’Amatori?

“Sicuramente. Bergamo è una squadra che riesce a sviluppare un bel rugby. Sono veloci, corrono molto e non mollano mai.

Praticamente le stesse caratteristiche della mia squadra.

Sicuramente sarà una bella gara, come spesso accade quando si incontra Bergamo”.

Come si possono battere?

“Non sarà facile, ma sono fiducioso nel Capoterra.

I ragazzi non dovranno commettere errori, giocare alla pari, in velocità e cercare di combattere su ogni palla.

Magari riuscendo a mettere in campo qualcosa in più rispetto ai nostri avversari”.

Purtroppo, conferma che non si riuscirà a svuotare l’infermeria in occasione della gara di domenica?

“Esattamente. Siamo rimasti nella stessa situazione di due settimane fa, in occasione della gara contro Piacenza.

Non riusciamo a recuperare nessun infortunato e quindi affronteremo Bergamo con la rosa a disposizione.

Molti però conto di recuperarli alla ripresa il 14 gennaio in occasione della prima sfida del 2024, in trasferta contro il Rugby Rho”.

E comunque i presupposti per vedere in campo una squadra competitiva, ci sono tutti?

“Indubbiamente. Anche contro il Bergamo vogliamo essere competitivi fino in fondo.

La squadra ha lavorato con grande impegno in queste settimane ed è pronta.

Raccomanderò ai ragazzi di giocare come sempre, con lo stesso spirito e la stessa determinazione e sarà poi il campo a dare il verdetto finale”.

E, come sempre, il pubblico vi sosterrà e vi darà quella carica giusta per affrontare questa sfida nel migliore dei modi…

“Si è importante la presenza dei tifosi, ma in campo ci siamo noi. Vedremo come andrà a finire e poi festeggeremo sicuramente.

Il fatto che nel 2023 il Capoterra sia ritornato competitivo a distanza di circa 16 mesi, da quando la squadra lottava per evitare la retrocessione e sicuramente un dato importante.

Oggi possiamo giocare a rugby contro chiunque, senza nessun timore, e soprattutto riuscendo a mettere in difficoltà le grandi.

Questo è sicuramente motivo di orgoglio per me, per i ragazzi, per la società e per i nostri tifosi che, gradatamente, anche per merito nostro, sono ritornati al campo a sostenere l’Amatori”.

Arbitro: Signor Giuseppe Cilione di Milano.

La scheda del match Rugby Capoterra vs Capoterra

Ufficio Stampa
Amatori Rugby Capoterra