login

TRASFERTA IN PIEMONTE DA DIMENTICARE PER L’AMATORI RUGBY CAPOTERRA

Trasferta in Piemonte da dimenticare per l’Amatori Rugby Capoterra, sconfitta dal VII Torino con il punteggio di 65-26.

A dispetto del risultato finale, la squadra allenata da Sebastian Francesio è rimasta in partita per gran parte della sfida crollando solo nella fase finale del match. Inizio tutto di marca isolana. Al 2’ e al 7’ ci pensa Mattia Aru a trasformare due calci di punizione assegnati all’Amatori. In vantaggio sul 6-0 il Capoterra con perde la concentrazione, cerca di chiudere i varchi e rendere difficoltosa l’azione difensiva della squadra di casa. Torino che comunque non rimane a guardare. Accorcia le distanze con un piazzato poi, trova due mete di fila che le permettono di andare in testa sul 15-6. Nel frattempo esce Pinna sostituito da Simone Farris. Nel finale prima del riposo arriva una meta anche per l’Amatori che accorcia e si porta a due punti dai piemontesi che vanno negli spogliatoi sul 15-13. Al rientro in campo è il Torino ad avere tra le mani le redini del match (25-18 al 48’). Il Capoterra non demorde e con Michel riesce a riavvicinare i fuggitivi (25-23).

Il Torino però non si arrende e in pochi minuti riesce a trovare varchi e mete nella difesa isolana. (39-23). A peggiorare la situazione per l’Amatori anche il giallo a Poloni. In inferiorità numerica l’Amatori prova comunque a tenere testa agli avversari che nel finale piazzano il break vincente.

VII Torino: Murgia, E. Monfrino, Battigaglia, M. Monfrino, Civita, Small, De Rassa, Pellegrini, Marchi, M. Marchisio, Lukic, F. Marchisio, Capoccia, Frenda, Wachsmann. A disposizione: Montaldo, Greco, Dina, Amerio, Nepote, Lo Greco, Martinucci.

Amatori Rugby Capoterra: GM. Baire, Aru, M. Garau, A. Baire, Cauli, Michel, Francesio, Thioye, Pinna, Mariottini, Rendace, Poloni, Cucco, Uccheddu. Allenatore: Francesio. A disposizione: Carrone, N. Garau, Farris, Greco, Ricci, Loddo, Congiu.

  • Pubblicato in Serie B

L’AMATORI CAPOTERRA SFIDA IL GHIACCIO E IL RUGBY TORINO

Il rischio maggiore è quello del ghiaccio, per l’Amatori Rugby Capoterra, impegnato domani in trasferta sul campo del Rugby VII Torino, nell’undicesimo turno del campionato di serie B maschile. Nel caso che il grande freddo possa, in qualche modo creare problemi allo svolgimento della gara, la soluzione potrebbe essere quella di giocare su di un campo sintetico messo a disposizione delle due squadre per poter disputare la gara.

Una sfida contro una grande del campionato. Il Rugby VII Torino, infatti occupa attualmente al terza piazza della graduatoria con 30 punti. Ma dopo la buona prova contro Piacenza, la formazione allenata da Sebastian Francesio, non guarda più la classifica e punta a scendere in campo per conquistare punti salvezza. I piemontesi, reduci dalla vittoria esterna contro Lecco, puntano decisamente alla vittoria, sfruttando ovviamente il fattore campo. Il Capoterra in settimana ha lavorato con entusiasmo e grande concentrazione per preparare al meglio la sfida di domani (ore 14,30). Come sempre il tecnico argentino deve fare i conti con le assenze. Contro Torino mancheranno Gianfranco Sainas e Gabiele Ambus. Al loro posto Francesio ha deciso di dare spazio ai giovani: Andrea Greco, Simone Farris e Andrea Ricci.

Arbitrerà la gara il signor Gianluca Gnecchi di Brescia.

  • Pubblicato in Serie B

VII TORINO VS AMATORI CAPOTERRA 18-15

Doveva essere la partita del riscatto, la partita che indicava la crescita della squadra, la partita che doveva dare le risposte ai tanti interrogativi di questo campionato. E' stata invece la partita che non ti aspetti, dopo la convincente prestazione contro Lecco.

Una serie infinita di errori tecnici, mai visti prima; senza dubbio la peggiore prestazione generale di tutta la stagione; mai si è vista la squadra in ritmo partita, mai nella capacità di esprimere almeno due fasi di gioco; errori di handling, in touche, nei passaggi e nei calci con una frequenza d'altra categoria. Le cose semplici diventano complicate, anche il due contro uno che porta alla meta è giocato con sufficienza e quindi sbagliato. La tensione agonistica impoverita dalla presunzione di avere in mano il risultato prima di averlo conseguito. Partita presa sottogamba dai nostri atleti, e nel rugby, si sà, che non ci sono sconti, quello che sbagli .... paghi. La partita si trascina inesorabilmente a favore dei piemontesi, che giocano una gara accorta ed attenta, non lasciando nulla alla frastornata squadra isolana.

La prima frazione vede il Capoterra sempre sotto chiudere in svantaggio per 13 a 5, frutto di una meta per parte e di due calci per il Torino. Infortunio sul finire del primo tempo per l'ala Bousmina, sostituito da Cauli. Si aspetta una reazione del Capoterra, che invece continua nella incredibile serie di errori e concede al Torino una seconda meta, anche se al 54° il Capoterra accorcia e si porta sul 18 a 15, sfruttando anche un giallo comminato all'ala Scandurra del Torino. Sembrava il momento della svolta, invece, ancora una volta si vedeva una squadra superba e bloccata, che con il traguardo a poca distanza non riusciva ad esprimersi neppure con la volontà, accompagnando i piemontesi ad una vittoria inaspettata. Tutto male per l'irriconoscibile XV del Capoterra, ed il montare del nervosismo e lo scarica barile di responsabilità a suggellare il risultato finale.

Dov'è l'esperienza di anni passati in serie A? Dove'è l'istinto della squadra che uccide la partita ? Dov'è nascosta la fame di raggiungere l'obbiettivo, di dimostrare quello che Capoterra è ed è stata per tanti anni? Gli esordienti da chi devono prendere l'esempio per diventare migliori giocatori? Dov'è finita l'anima pulsante simbolo di questa squadra? Questi solo alcuni degli interrogativi a cui rispondere in campo già dalla prossima partita, e che siano di spinta ad ogni singolo giocatore ed alla squadra che può e deve ritrovarsi per rivivere quelle emozioni quasi dimenticate.

Forza Capoterra!!

Tabellini

1º Tempo: 6° CP. Battipaglia (T) - 25° Mt. Knaflitz (T) Tr. Battipaglia (T) - 33° Mt. Poloni J.L. (C) - 37° CP. Battipaglia (T)

2º Tempo: 2° CP. Baire G. (C) - 7° Mt. Cotroneo A. (T) - 14° Mt. Garau M.(C) Tr. Baire G. (C).

Cartellini Gialli: 51° Scandurra (T)

Punti classifica (4 - 1)

Tempo sereno, temperatura 5º.

Amatori Capoterra: Aru M., Garau M. (C.), Baire A. (out 70°), Baire G. (V.C.), Bousmina M. (out 35°), Samuele G., Ambus G., Ciprietti L.A., Fantuz G., Mariottini F., Thioye P.E.M., Peddio R., Poloni J.L., Garau N.M.(out 75°), Carboni M.(out 41°), Cauli E.(in 35°), Orru' D. (in 75°), Dessì P. (in 70°), Ferrentino F. (in 41°), n.e. Queirolo J.M., Plazzotta S., Carrone D.. Allenatore: Queirolo J.M..

VII Torino: Cotroneo A., Battigaglia P., Jitaru O.J., Russo G., Scandurra R., Cotroneo D.(V.C.), Cimino R., Maso F., Ducatto M., Knaflitz E, Lukic A. (C), Leone V., Di Valentino S., Frenda A., Cocca M., Giannone E., Guarnieri E., Panero M., Calvano M., Bellamacina E., Lacognata P., Campanella R..

Arbitro: Armanini.

  • Pubblicato in Serie B

VII TORINO VS AMATORI CAPOTERRA

Prima giornata del girone di ritorno a Torino contro VII Torino

All'andata vinse il Capoterra con il bonus mete e non concedendo alcun punto all'avversario. Di quella partita ricordiamo però l'ottima mischia e la pericolosa maul dei piemontesi, con il Capoterra che solo negli ultimi venti minuti ha veramente dilagato.

Sarà battaglia dura a Torino, in un campo dove la compagine locale ha perso solo due volte contro il Grande Milano e Biella, vincendo contro Bergamo, Parma 1931, Gussago e Amatori Parma.
Quanto mostrato nell'ultima gara interna del Capoterra fà però ben sperare. La grinta e la determinazione, unita ad un alto livello di concentrazione per quasi tutto l'incontro, hanno fatto diventare la sfida contro la capolista Lecco un importante punto di ripartenza per gli isolani.

La coscienza che il tasso tecnico del Capoterra non è inferiore ad alcuna squadra del girone, prendere atto della migliore armonia in squadra e della maggiore attenzione in difesa, alimentano la consapevolezza che la prossima trasferta possa regalare buone soddisfazioni e punti in classifica.

Bisogna crederci fino in fondo, i nostri ragazzi ci hanno sempre dimostrato di non mollare mai, e solo un pò più di autostima e di confidenza nei propri mezzi è necessario per ottenere i risultati che meritano.

Si prevede una temperatura molto rigida per domenica, arbitrerà il signor Armanini.

  • Pubblicato in Serie B
Sottoscrivi questo feed RSS

Login o crea un account

fb iconConnettiti con Facebook