login

CONTRO IL COGOLETO ARRIVANO 5 PUNTI D’ORO

La vittoria che ci voleva. La vittoria che allontana l’Amatori Rugby Capoterra dai bassifondi della graduatoria del campionato di serie B, anche se il cammino verso la salvezza è ancora lungo.

Contro Cogoleto l’Amatori ha giocato la gara perfetta, vincendo con il rotondo punteggio di 42-3 e conquistando tra l’altro 5 punti in classifica. Capoterra in campo con Sainas e Gianmarco Baire recuperati in pieno dai rispettivi infortuni. Niente match invece per Alessandro Baire (infiammazione agli adduttori) e Ciprietti, per lui un problema alla spalla. Problemi di lavoro invece hanno impedito a Nicolò Garau essere presente alla sfida.

Pronti, via e dopo 6’ Capoterra passa in testa. Con un piazzato trasformato da Mattia Aru. Qualche minuto e la situazione si ripete con Aru preciso nel lanciare l’ovale tra di due pali Sul 6-0 per i padroni di casa la compagine ligure tenta di riordinare le idee, ma soprattutto evitare la fuga degli isolani. Niente da fare. Ci pensa il coach Sebastian Francesio a rovinare i piani al Cogoleto trovando lui stesso la meta che Aru trasforma (13-0 al 10’). Ancora una meta due minuti dopo. Stavolta la firma Garau con Aru che non sbaglia la trasformazione (20-0). A questo punto l’Amatori rallenta il ritmo e il Cogoleto ne approfitta per trovare i primi (e ultimi) punti della serata. Tre punti arrivati da un piazzato. (20-3). Calcio piazzato che nel finale di tempo viene assegnato anche al Capoterra che chiude il tempo sul 23-3.

Al rientro in campo l’Amatori chiude definitivamente il match. Dopo 6’ ci pensa Aru a trasformare una meta tecnica (30-3) e subito dopo Ambus e Michel trovano tra i pali i punti della sicurezza. Ora la sosta per le festività di fine anno e alla ripresa ancora una gara al comunale per l’Amatori contro il Piacenza.

Capoterra: GM. Baire, Cauli, Garau, Francesio, Aru, Michel, Ambus, Sainas, Thioye, Greco, Rendace, Mariottini, Staibano, Cucco, Uccheddu. Allenatore: Francesio. A disposizione: Carrone, Ferrentino, Farris, Loddo, Ricci, Congiu, Campesi.

Rugby Cogoleto: Tricoli, Michieli, Pressenda, Chindamo, Simcich, Sandri, Mozzi, Porcile, Eleonori, Salvarezza, Fiabane, D’Agostino, Riffi, Bortoletto, Riccobono. A disposizione: Agostino, Canuso, Boero, Canella, Fossati, Morabito, Massa.

  • Pubblicato in Serie B

CONTRO IL COGOLETO È D’OBBLIGO LA VITTORIA

CAPOTERRA. La parola d’ordine è una sola: vincere.

Questo quanto chiederà Sebastian Francesio, il tecnico argentino dell’Amatori Rugby Capoterra ai ragazzi, prima di entrare in campo, domani (14,30) per affrontare il Rugby Cogoleto, nel nono turno della serie B. Ovviamente è una gara da vincere a tutti i costi per il Capoterra, per trovare ossigeno e, soprattutto per allontanarsi quanto prima dall’ultimo posto della graduatoria del campionato di serie B maschile. Si tratta, praticamente, di una sfida salvezza contro una squadra che, rispetto al Capoterra ha solo tre punti in più e occupa il terz’ultimo posto della graduatoria.

Ancora una volta Sebastian Francesio dovrà fare i conti con le diverse assenze che lo costringeranno a schierare una formazione diversa da quella titolare. Per Amatori Capoterra-Cogoleto non saranno della sfida: Alessandro Baire a causa di una infiammazione agli adduttori e ancora Ciprietti, per un problema alla spalla. Mentre Garau non sarà del match per impegni lavorativi. Le buone notizie, invece riguardano i recuperi quali quelli di Sainas e di Gianmarco Baire, in campo fin dal primo minuto.

“Nonostante le assenze e gli infortunati” –dice il presidente dell’Amatori Carlo Baire – “la squadra, in settimana ha lavorato con impegno e determinazione: è motivata e decisa a conquistare il successo e, soprattutto a lasciare l’ultimo posto”

  • Pubblicato in Serie B

AMATORI RUGBY CAPOTERRA VS SERTORI RUGBY SONDRIO 25-24

Il Capoterra vince contro il Sertori Sondrio, vince contro quella che diventa oggi la prima in classifica, vince sovvertendo ogni pronostico ed ogni ragionamento, poca cosa quando in campo scendono ragazzi così. Ragazzi in grado di far vedere a tutti che la volontà, la sofferenza, l'orgoglio ed il senso d'appartenenza, sono un mix che permette di superare ogni ostacolo, contro tutte le avversità, ed arrivare alla vittoria.

Maglie "non indossate ma cucite sulla pelle", capaci di farci ricordare in 80 minuti i motivi per cui amiamo questo sport.

Il Capoterra, con l'infermeria piena e con qualche indisponibile e con l'esordio del pilone Massimo Guariglia (a cercare di rinfoltire un settore veramente falcidiato dagli infortuni per la contemporanea assenza di Ciprietti, Poloni e Carboni), affronta il Sertori Sondrio, in un match che sulla carta non dovrebbe dare scampo agli isolani.

Parte invece molto bene il Capoterra, che stabilmente s'insedia nella metà campo lombarda, ma non riesce a concretizzare la costante pressione esercitata; ben due volte il soprannumero al largo non viene sfruttato dal XV capoterrese, che vanifica gli sforzi fatti. Solo al ventesimo Francesio riesce a schiacciare in meta l'ovale, la trasformazione di Aru è seguita alla mezz'ora da un calcio di punizione che porta il Capoterra oltre il breack per il 10-0. Il Sondrio, privato della gestione del pallone, non riesce a rendersi pericoloso, e la meta realizzata in chiusura di tempo è frutto di un episodio, non di una pressione importante. 

Sul 10 a 5 per Capoterra inizia il secondo tempo. Al 3° giallo per Sainas, che lascia i locali in inferiorità numerica (che di fatto dura per la quasi totalità del secondo tempo, per gli altri gialli comminati dal sig. Masini a Carrone ed a Peddio). Immediatamente dopo l'espulsione temporanea di Sainas il Sondrio realizza la seconda meta con una azione di maul, pareggiando i conti.
Altro calcio di Aru ed il punteggio torna in vantaggio per il Capoterra. Alla mezzora iniziano dieci minuti di vera passione, meta tecnica del Sondrio (immediatamente concessa dal Sig. Masini, per cedimento della mischia a pochi passi dalla linea di meta). Il Capoterra reagisce subito e si riporta in vantaggio con una meta di maul, trasformata da Aru. A tre minuti dalla fine, il Capoterra, ancora in inferiorità numerica per l'ennesimo giallo, subisce una meta da parte del seconda linea di Sondrio incredibilmente lasciato solo. Meta sicuramente evitabile, che in quel momento della gara sembra segnare la fine dell'incontro. Sul 24 a 20 per il Sondrio, con le ultime forze in corpo il Capoterra si riversa nella metà campo lombarda, le maul si susseguono, ad unirsi nello sforzo in spinta anche i trequarti per cercare di passare la linea. Falli ripetuti del Sondrio : ingressi laterali, maul fatte crollare, avanti volontari (ben due) ad interrompere l'ultimo passaggio che portava in meta. Ma al Capoterra non pare applicabile quella parte di regolamento che parla di meta tecnica. Capito il metro di giudizio, i nostri ragazzi, questa volta sì allo stremo delle forze, spingono, attaccano, pick&go ripetuti ed estenuanti fino al passaggio al largo per la meta di Lucas Busser, la meta di tutta la squadra, la meta della vittoria contro tutto e contro tutti. Finisce all'86° questa partita tra le più importanti nella storia del Capoterra. Grazie Ragazzi!!!

Domenica in trasferta sul difficile campo del VII Torinese, la pausa natalizia, e poi, a metà gennaio il derby di Sardegna.

Tempo sereno, temperatura 13º.

Spettatori: 350 c.a.

Tabellini

1º Tempo: 20° Mt. Francesio (C) Tr. Aru M.(C) - 27° CP Aru M. (C) - 34° Mt. Del Dosso (S) ***
2º Tempo: 4º Mt. Maul (S) - 11° CP Aru M. (C) - 28° Mt. Tecnica (S) Tr. Grillotti (S) - 33° Mt. Maul (C) Tr. Aru M. (C) - 37° Mt. Sondrio (S) Tr. Grillotti (S) - 84° Busser L.N. (C).
Cartellini Gialli: 43° Sainas (C), 55° Carrone (C), 76° Peddio R.(C), 83° Sondrio (S).
Punti classifica (4-2)

Man of the match: Lucas Busser

Amatori Capoterra : Aru M., Dessì P. (Out 40°), Garau M.(Cap), Solinas F., Baire GM, Francesio J.S. (Out 67°), Michel F.J., Busser L.N., Sainas G., Mariottini F., Thioye P.E.M., Peddio R. (V.Cap.), Guariglia M., Garau N.M., Carrone D., Baire A. (In 40°), Fontana M. (In 53°), Ambus G., Loddo E., Murru A., Scano F., Cauli E. (In 67°). Allenatore : Francesio J.S..

Sondrio: Schenatti L., Colli, Rotella, Sole, Del Dosso, Grillotti, Schenatti M., Della Cristina C., Silvestri, Rossi, Scamozzi, Pontiggia, Azzalini, Della Cristina F., Enache, Paruscio, Pedranzini, Varisto, Della Bosca, Moretti, Ciapponi, Di Clemente. Allenatore : Dal Toè R.

  • Pubblicato in Serie B

AMATORI RUGBY CAPOTERRA VS BIELLA RUGBY CLUB 30-22

Buona la prima. Il quindici di Capoterra si impone sull'ostico Biella, dopo una partita non bella ma che, fino all'ultima azione, ha animato e tenuto sulle spine il pubblico delle migliori occasioni accorso numeroso al comunale di via Trento.

Le squadre, accompagnate a centrocampo dai bambini del settore propaganda di Capoterra, si mostrano in evidente fase di "rodaggio", dando prova comunque della voglia di vincere e di onorare l'impegno fino all'ultimo.

Già al 6° il Capoterra capitalizza un calcio piazzato con Aru, ed il Biella risponde con un drop di Foseider al 13°.

Un minuto dopo un up&under, splendidamente raccolto da Fabio Solinas, porta il secondo centro in meta in mezzo ai pali, trasformazione affidata ad Aru, che sigla il 10 a 3 per i padroni di casa.
Il Biella non ci sta', e forte di un pacchetto di avanti più pesante del Capoterra, attacca con una serie di maul da touche, fino ad arrivare alla meta del pilone Panigoni, trasformata da Foseider.

Dopo fasi di gioco contrastate, supremazia del Capoterra che chiude in attacco la frazione e viene premiata da una meta in maul di Sainas, prontamente trasformata da Aru.
Neppure il tempo di riprendere il gioco, su azione offensiva del Biella, intelligente intercetto di Aru, che chiude in mezzo ai pali, trasformando allo scadere, per il 24 a 10 che chiude il primo tempo.

Nell'intervallo i mini-rugbysti hanno riempito l'attesa con una esibizione di gioco. La scuola rugby è il futuro e la vera linfa della società.

Il secondo tempo vede il Capoterra cedere campo ed il Biella, sempre con una insistita azione degli avanti va' in meta al 5° con Panaro, non trasformata.

All'8° il Capoterra perde Ciprietti per infortunio, sostituito da Fontana. Al 10°, ancora su calcio piazzato, Aru allunga per i padroni di casa.

Il Biella gioca il tutto per tutto e s'insedia saldamente nella meta' campo giallorossa, e solo dopo due gialli (Sainas al 23° e Peddio al 29°), subisce al 32° la meta tecnica, per scorrettezze ripete in mischia chiusa, in affanno per l'inferiorita' numerica e la differenza di peso degli avanti gialloverdi. La meta e' trasformata da Foseider.

Con le ultime energie, dopo l'estenuante difesa di oltre 15 minuti, il Capoterra si riversa nella metà campo biellese, un giallo per pugno a Pizzanelli, rimette le due squadre in parità numerica, ed il calcio di punizione conseguente, ancora una volta trasformato da Aru fissa il punteggio sul 30 a 22. Che sarà il punteggio finale, malgrado una pericolosissima azione di Michel (man of the match) che avrebbe potuto terminare in meta per il punto di bonus.
Da segnalare l'esordio in serie B del giovane Francesco Scano, appena arrivato dalla under 18.

Vince il Capoterra con merito, contro un ottimo Biella. Problemi in touche ed in mischia, tanti, tantissimi i falli della squadra capoterrese, che denuncia un problema di disciplina da correggere immediatamente. C'e' tanto da lavorare, ma dopo la vittoria di oggi la condizione mentale della squadra esce potenziata, e moltiplica la determinazione e la voglia di risultato.

La seconda giornata vedrà il Capoterra impegnato a Lecco, contro una legittima candidata ai playoff, ma anche il campo che ci ha dato la vittoria nell'ultima giornata dello scorso campionato.

Tempo sereno, temperatura 24º.

Spettatori: 500 c.a.

Tabellini

1º Tempo: 4° CP Aru M. (C) - 13° Drop Foseider (B) - 14° Mt. Solinas F. (C) Tr. Aru M.(C) - 22° Mt. Panigoni (B) Tr. Foseider (B) - 38 Mt. Sainas G. (C) Tr. Aru M.(C) - 40° Mt Aru. M (C) Tr. Aru M.(C) ***

2º Tempo: 5º Mt. Panaro (B) - 10° CP Aru M. (C) - 31° Meta Tecnica (B) Tr. Foseider (B) - 36° CP Aru M. (C).

Cartellini Gialli: 63° Sainas G.(C), 69° Peddio R. C), 74° Pizzanelli M. (B).

Punti classifica (4-0)

Amatori Capoterra: Francesio J.S.(V.Cap), Bousmina M., Garau M.(Cap), Solinas F., Aru M., Baire A., Michel F.J., Sainas G., Mariottini F.(out 79°), Pinna C., Thioye P.E.M., Peddio R., Poloni J.L., Garau N.M., Ciprietti L.A. (out 48°), Carboni M., Carrone D., Fontana M. (IN 48°), Scano F. (IN 79°), Ambus G., Loddo E., Cauli E., Allenatore: Francesio J.S..

Biella: Schiarretta, Ianno, Ongarello (Cap), Musso, Piatti, Foseider, Ghitalla, Salino, Bertone, Pellanda, Eftimie, Panaro, Paniconi, Zilioli, Gatto (V.Cap), Romeo, Vaglio Moen, Pizzanelli, Barbera, Guelpa,Marmiroli, Delledni. Allenatore: McLean C.
Arbitro: Francesco Russo, GdL: Pinna G. - Scioni M.

  • Pubblicato in Serie B

COME ON CAPOTERRA!!!

Anche quest'anno, in una calda sera d'estate si sente al Comunale di Via Trento, un grido distinto a spronare l'Amatori verso un'altra e mai ultima meta!!

E' l'incitazione del nostro indimenticato ed indimenticabile Dave Smith, che rivive nella nostra comunità con l'assegnazione del premio a lui dedicato, voluto fortemente dalla famiglia e soprattutto dalla moglie Ann, che salutiamo con un forte abbraccio.

Nella solita festosa cornice del nostro campo, per la stagione 2014/2015 hanno ricevuto le nominations, in quanto si sono particolarmente distinti nel corso della passata stagione: Mattia Aru, Alessandro e Gianmarco Baire, Marcello Garau, Lucas Busser, Nicolò Garau, Efisio Loddo, Malick Thyoie e Claudio Pinna.

Il premio è stato assegnato a Marcello Garau, per quanto ha saputo dimostrare in campo e fuori, nella sua duplice veste di atleta e capitano, per le qualità tecniche e morali degne dell'attribuzione dell'ambitissimo premio. Sarà lui, quest'anno, ad onorare, col suo esempio e le sue prestazioni, il ricordo di Dave.

COME ON MARCELLO!!

Da quest'anno la società ha voluto premiare con lo stesso trofeo, anche i giocatori delle categorie giovanili, che non hanno avuto la fortuna di conoscere Dave, ma che si sono dimostrati meritevoli, per tenacia, orgoglio ed attaccamento alla maglia.

Sono stati premiati Francesco Scano per la selezione Under 18, Simone Farris per la U16 e Lorenzo Caboni per la U14.

Si riapre la competizione per il trofeo del prossimo anno, tutti gli atleti, di tutte le categoria sono chiamati a dimostrare il loro impegno, la loro determinazione ed i loro miglioramenti, per poter ambire alla vittoria.

  • Pubblicato in Serie B

NUOVO ALLENATORE PER L'AMATORI RUGBY CAPOTERRA

E' Juan Sebastian Francesio il nuovo allenatore-giocatore dell'Amatori Rugby Capoterra, ed andrà a coprire il ruolo lasciato libero da Juan Manuel Queirolo, chiamato in Argentina verso una nuova sfida rugbistica.

Francesio è Italo-Argentino, proviene dall'area di Rosario, dove ha militato ed anche allenato il Club Logaritmo Rugby. Vanta 4 caps in Nazionale Italiana (6Nazioni 2000-2001-2002) e 24 in Nazionale A. Ha giocato in Italia passando da Viadana, Petrarca Padova, Leonessa Brescia, Rugby Roma e L'Aquila, per citarne alcune, ed ha ricoperto il ruolo di allenatore-giocatore per l'Asti.

L'accordo biennale siglato dalla società, lo vedrà impegnato oltre che con la prima squadra, anche nella organizzazione e gestione del progetto "giovani" della società, sotto la sua supervisione saranno tutte le categorie giovanili e la squadra cadetta che militerà in serie C nella prossima stagione.

Accanto alla società nella ricerca di un degno sostituto di Kici Queirolo in cabina di regia, con l'obiettivo di migliorare e dare più peso alla mischia, per disputare un campionato di serie B migliore di quello già ottimo di quest'anno. Sarà l'allenatore che accompagnerà il club al suo 40ennale.

Da parte di tutti: tifosi, staff, giocatori e dirigenti, un grande in bocca al lupo ed i migliori auguri di buon lavoro.

  • Pubblicato in Serie B

TUTTO CIALDE LECCO VS AMATORI CAPOTERRA 12-14

Buona l'ultima. Buonissima partita del Capoterra, che ribalta il risultato e vince meritatamente in trasferta contro la seconda forza del campionato.

Partita dell'orgoglio, della tenacia della resistenza e della volontà. A mettere il sigillo sul campionato, regalare una vittoria importante al coach, giocatore, maestro, amico Juan Manuel Queirolo, prima del suo ritorno in Argentina. Vogliamo sperare che questo finale di campionato, sia solo il preludio all'inizio del prossimo, ancora una volta a confrontarci in ambito nazionale. Ancora una volta ad innalzare i valori del nostro sport e Capoterra in tutta Italia.

Veniamo alla cronaca della partita, che ha visto un avvio bruciante a favore del Lecco, che realizza al primo minuto una meta, trasformandola e replica a metà del primo tempo con una seconda meta, 12 a 0 per i padroni di casa, nervosismo tra le fila del Capoterra, con due gialli nel finale del tempo.

La ripresa si apre con il Capoterra che sebbene in inferiorità numerica realizza una meta con Fantuz al 5°, trasformata da Aru. Al 15° secondo giallo per Pinna, che lascia definitivamente il campo e la squadra in inferiorità numerica fino alla fine dell'incontro.

Coraggio, grinta, determinazione dei chiamati in campo trasformano la squadra, in quella pattuglia di irriducibili che ci hanno esaltato tante volte nelle partite in casa, tutti pronti a placcare, a spingere a spalleggiare il compagno in difficoltà, non solo determinati ma anche abili e concentrati fino alla fine. A tre dal termine meta ancora del Capoterra con Loddo per il pareggio e trasformazione di Aru per la vittoria. Tutti sotto la doccia che chiude il campionato, lava via la stanchezza della stagione e ci proietta al meritato riposo ed al prossimo torneo. E per finire una considerazione, in quest'anno si è formato un gruppo coeso di giocatori, tecnici, preparatori, e staff di contorno, che vogliamo mantenere per il futuro. Tutti a portare qualcosa di proprio per un unico obbiettivo. Umiltà, sacrificio, rispetto, determinazione, coraggio, spirito di squadra ecco l'importante della stagione appena conclusa. Potremo soffermarci su questioni tecniche, forse ci mancano i punti di Torino, Bergamo, Parma e forse contro Sondrio in casa, ma abbiamo visto prestazioni esaltanti e vincenti contro Milano, Biella, Alghero. Contro le squadre che ci precedono in classifica abbiamo pareggiato il conto con tutte, a parte l'armata Parabiago, contro la quale non abbiamo comunque demeritato. Quindi una bella e positiva stagione.

Salutiamo Kichi, che ci lascia per una nuova e affascinante avventura di rugby nella sua terra, augurandogli ogni soddisfazione e fortuna (ma di questo parleremo ancora ....).

GRAZIE RAGAZZI, DAVVERO UN SENTITO GRAZIE A TUTTI !!!

Tabellini : 1º Tempo : 1° Riva (L) - Tr. Brambilla (L) - 18° Mt. Maul (L) - 45° Meta Fantuz (C) Tr. Aru (C) - 77° Mt. Loddo (C) Tr. Aru (C).
Cartellini Gialli : 40° Pinna C. (C) - 44° Baire A.(C) - 44° Colombo T. (L) - 55° Pinna C. (C) espulsione definitiva per secondo giallo.
Punti classifica (1 - 4)

Tutto Cialde Lecco : Cavallo D., Dell'Orto A., Rusconi M., Pautasso N., Riva M., Brambilla J., Rossi N., Fumagalli D., Scandolara A., Colombo T., Frigerio F., Parini F., Ghilotti A., Rigonelli G., Ziliotto F., Tantimonaco L., Butskhrikidze S., Turati G., Molteni D., Denti M., Colosimo T., Stefanoni A.. Allenatore : Amedeo Zottola

Amatori Capoterra : Francesio J.S., Aru M., Loddo E., Baire G. (C), Bousmina M., Baire A., Queirolo J.M. (VCap), Busser L.N., Fantuz G. (out 68°), Mariottini F., Thioye P.E.M., Pinna C., Poloni J.L., Garau N.M., Giaccio A. (out 45°), Cauli E., Garau M., Carboni M., Dessì P., Plazzotta S. (in 68°), Fontana M., Carrone D. (in 45°). Allenatore : Queirolo J.M.

  • Pubblicato in Serie B

AMATORI CAPOTERRA VS PARABIAGO

Al comunale di Capoterra domenica 3 maggio alle 15:30 la 21° giornata, contro la capolista indiscussa del campionato Parabiago.

La squadra lombarda, neopromossa ha dimostrato sul campo la sua forza; forte del migliore attacco si accinge ad affrontare i sardi, chiamati all'ultima di campionato davanti al loro pubblico.
Qualche problema di formazione per il XV isolano, causa una serie di defezioni per infortuni e squalifiche.

Ancora una volta Queirolo potrà contare su alcuni elementi del vivaio e della squadra cadetta, che hanno dimostrato la loro puntuale presenza ogni volta che sono stati chiamati in causa. Giocatori "a cottimo" in questo campionato, che si spera possano diventare una forza effettiva già dal prossimo torneo. Tutto dipenderà dalla loro voglia d'imparare, dall'umiltà e dalla costanza negli allenamenti.

Ci aspettiamo il pubblico delle grandi occasioni, per dare il commiato a questa squadra che, pur tra innegabili difficoltà ha saputo onorare il campionato nazionale di serie B 2014-2015, ha orgogliosamente saputo vincere il derby casalingo contro i rivali/amici di sempre, ha con dignità portato la maglia dell'Amatori Rugby Capoterra in tutti i campi d'Italia.

  • Pubblicato in Serie B

AMATORI CAPOTERRA VS AMATORI ALGHERO

DOMENICA 19 APRILE ORE 15,30 CAMPO COMUNALE VIA TRENTO - Ed è ancora derby di un campionato con alterne vicende per le due isolane, che vede in questo momento la prevalenza degli Algheresi.

Ma come scritto in tutti i modi, il derby è il derby.

La partita senza respiro, che impegna le energie mentali e fisiche dei giocatori per ben più degli ottanta minuti, la partita del dentro o fuori, quella dove non conta nulla la classifica. La partita di cui si parla di più, quella con più pubblico e tante aspettative.

Ci attendiamo dalle due squadre un'autentico spettacolo ed una vera battaglia fino all'ultimo minuto, nel profondo rispetto degli avversari in campo, grandi amici fuori dal rettangolo di gioco. Una miscela di tanti sapori ed emozioni: la cabala, la rivalità sportiva, gli ex in campo, le due tifoserie, i colori ed i sapori dell'ennesimo derby di Sardegna.

Da parte nostra sempre FORZA CAPOTERRA.

  • Pubblicato in Serie B

BERGAMO 1950 VS AMATORI CAPOTERRA 19-11

Perde inaspettatamente il Capoterra in trasferta in casa del Bergamo. Più fame di risultato dei locali, che hanno sovvertito quello che la classifica faceva erroneamente ritenere.

Nel rugby, si sa, la motivazione e la forte volontà, sono in grado di sovvertire situazioni sulla carta già segnate. Così è accaduto a Bergamo, parte benissimo il Capoterra che al 15° conduceva per 11 a 0, con due piazzati ed una meta non trasformata.
Da quel momento blackout, il Bergamo reagisce e accorcia prima, portandosi in vantaggio nella seconda parte della prima frazione. Cartellini gialli per Thioye e Samuele sul finire del primo tempo, che mettono gli isolani in doppia inferiorità.

Al settimo del secondo tempo il Bergamo realizza la terza metà che fissa il punteggio sul finale 19 a 11. Malgrado gli attacchi del Capoterra ed il rientro di tutti i titolari, tenuti in panchina per tournover, il risultato non cambia ed il Bergamo ottiene una vittoria che premia il loro gioco e la voglia di ben figurare davanti al pubblico amico.

Fa riflettere come il Capoterra sia rimasto senza segnare per ben 65 minuti, dopo un avvio scoppiettante che non faceva presagire un epilogo così penalizzante, a testimonianza di un appannamento generale forse dovuto alla pesante trasferta (sveglia alle 4:30 del mattino) ed allo svolgersi di una partita sicuramente non comune. Per il Capoterra mesto rientro a casa, con gli obbiettivi di fine stagione ridimensionati da questa sconfitta, fugge via il quinto posto. Non resta che buttarsi alle spalle questo passaggio a vuoto, e concentrarsi solo sul derby di domenica prossima in casa contro l'Alghero.

Tabellini: 5º Cp. Aru (C) - 9° Cp. Aru (C) - 15º Mt. Samuele (C) - 25º Mt. Bergamo (B) - 32º Mt. Bergamo (B) Tr. Bergamo (B) - 47º Mt. Bergamo (B) Tr. Bergamo (B).

Gialli: 34° Thioye (C) - 42° Samuele (C)

Capoterra: Francesio, Aru, Baire A., Loddo (out 60°) Bousmina (in 55°), Samuele, Queirolo (in 60°), Busser, Fantuz, Mariottini (out 44º), Thioye, Peddio, Poloni (in 34°), Garau N.M. (in 44°), Ciprietti, Pinna, Baire G., Dessì (out 55º), Carboni (out 34°), n.e. : Carrone, Plazzotta, Cauli.

Bergamo: Salvini, Minetti, Fragalà, Santini, Cornaro, Avino, La Chioma, Pezzoli, Gazzaniga, Moreno, Lo Giudice, Farina, Guariglia, Pezzotta, Lumassi D., Lumassi M., Plevani, Parisini, Rota, Acerbis, Macaccaro, Rocca.

  • Pubblicato in Serie B
Sottoscrivi questo feed RSS

Login o crea un account

fb iconConnettiti con Facebook