login

Nicola Marcello

URL del sito web:

VII TORINO VS AMATORI CAPOTERRA 18-15

Doveva essere la partita del riscatto, la partita che indicava la crescita della squadra, la partita che doveva dare le risposte ai tanti interrogativi di questo campionato. E' stata invece la partita che non ti aspetti, dopo la convincente prestazione contro Lecco.

Una serie infinita di errori tecnici, mai visti prima; senza dubbio la peggiore prestazione generale di tutta la stagione; mai si è vista la squadra in ritmo partita, mai nella capacità di esprimere almeno due fasi di gioco; errori di handling, in touche, nei passaggi e nei calci con una frequenza d'altra categoria. Le cose semplici diventano complicate, anche il due contro uno che porta alla meta è giocato con sufficienza e quindi sbagliato. La tensione agonistica impoverita dalla presunzione di avere in mano il risultato prima di averlo conseguito. Partita presa sottogamba dai nostri atleti, e nel rugby, si sà, che non ci sono sconti, quello che sbagli .... paghi. La partita si trascina inesorabilmente a favore dei piemontesi, che giocano una gara accorta ed attenta, non lasciando nulla alla frastornata squadra isolana.

La prima frazione vede il Capoterra sempre sotto chiudere in svantaggio per 13 a 5, frutto di una meta per parte e di due calci per il Torino. Infortunio sul finire del primo tempo per l'ala Bousmina, sostituito da Cauli. Si aspetta una reazione del Capoterra, che invece continua nella incredibile serie di errori e concede al Torino una seconda meta, anche se al 54° il Capoterra accorcia e si porta sul 18 a 15, sfruttando anche un giallo comminato all'ala Scandurra del Torino. Sembrava il momento della svolta, invece, ancora una volta si vedeva una squadra superba e bloccata, che con il traguardo a poca distanza non riusciva ad esprimersi neppure con la volontà, accompagnando i piemontesi ad una vittoria inaspettata. Tutto male per l'irriconoscibile XV del Capoterra, ed il montare del nervosismo e lo scarica barile di responsabilità a suggellare il risultato finale.

Dov'è l'esperienza di anni passati in serie A? Dove'è l'istinto della squadra che uccide la partita ? Dov'è nascosta la fame di raggiungere l'obbiettivo, di dimostrare quello che Capoterra è ed è stata per tanti anni? Gli esordienti da chi devono prendere l'esempio per diventare migliori giocatori? Dov'è finita l'anima pulsante simbolo di questa squadra? Questi solo alcuni degli interrogativi a cui rispondere in campo già dalla prossima partita, e che siano di spinta ad ogni singolo giocatore ed alla squadra che può e deve ritrovarsi per rivivere quelle emozioni quasi dimenticate.

Forza Capoterra!!

Tabellini

1º Tempo: 6° CP. Battipaglia (T) - 25° Mt. Knaflitz (T) Tr. Battipaglia (T) - 33° Mt. Poloni J.L. (C) - 37° CP. Battipaglia (T)

2º Tempo: 2° CP. Baire G. (C) - 7° Mt. Cotroneo A. (T) - 14° Mt. Garau M.(C) Tr. Baire G. (C).

Cartellini Gialli: 51° Scandurra (T)

Punti classifica (4 - 1)

Tempo sereno, temperatura 5º.

Amatori Capoterra: Aru M., Garau M. (C.), Baire A. (out 70°), Baire G. (V.C.), Bousmina M. (out 35°), Samuele G., Ambus G., Ciprietti L.A., Fantuz G., Mariottini F., Thioye P.E.M., Peddio R., Poloni J.L., Garau N.M.(out 75°), Carboni M.(out 41°), Cauli E.(in 35°), Orru' D. (in 75°), Dessì P. (in 70°), Ferrentino F. (in 41°), n.e. Queirolo J.M., Plazzotta S., Carrone D.. Allenatore: Queirolo J.M..

VII Torino: Cotroneo A., Battigaglia P., Jitaru O.J., Russo G., Scandurra R., Cotroneo D.(V.C.), Cimino R., Maso F., Ducatto M., Knaflitz E, Lukic A. (C), Leone V., Di Valentino S., Frenda A., Cocca M., Giannone E., Guarnieri E., Panero M., Calvano M., Bellamacina E., Lacognata P., Campanella R..

Arbitro: Armanini.

VII TORINO VS AMATORI CAPOTERRA

Prima giornata del girone di ritorno a Torino contro VII Torino

All'andata vinse il Capoterra con il bonus mete e non concedendo alcun punto all'avversario. Di quella partita ricordiamo però l'ottima mischia e la pericolosa maul dei piemontesi, con il Capoterra che solo negli ultimi venti minuti ha veramente dilagato.

Sarà battaglia dura a Torino, in un campo dove la compagine locale ha perso solo due volte contro il Grande Milano e Biella, vincendo contro Bergamo, Parma 1931, Gussago e Amatori Parma.
Quanto mostrato nell'ultima gara interna del Capoterra fà però ben sperare. La grinta e la determinazione, unita ad un alto livello di concentrazione per quasi tutto l'incontro, hanno fatto diventare la sfida contro la capolista Lecco un importante punto di ripartenza per gli isolani.

La coscienza che il tasso tecnico del Capoterra non è inferiore ad alcuna squadra del girone, prendere atto della migliore armonia in squadra e della maggiore attenzione in difesa, alimentano la consapevolezza che la prossima trasferta possa regalare buone soddisfazioni e punti in classifica.

Bisogna crederci fino in fondo, i nostri ragazzi ci hanno sempre dimostrato di non mollare mai, e solo un pò più di autostima e di confidenza nei propri mezzi è necessario per ottenere i risultati che meritano.

Si prevede una temperatura molto rigida per domenica, arbitrerà il signor Armanini.

AMATORI CAPOTERRA VS TUTTO CIALDE LECCO 14-29

Buona, buonissima partita del Capoterra, che regge bene l'urto della prima in classifica Lecco

Una bella partita in parità fino a due terzi di gara.

Nel momento in cui l'inerzia della gara volgeva a favore del Capoterra, che da diversi minuti aveva occupato stabilmente la meta' campo lombarda, un infortunio dell'attacco locale regala la palla per il contropiede del Lecco che realizza. Duro colpo per il Capoterra, ed il Lecco dopo soli tre minuti completa il breack decisivo, approfittando efficaciemente del passaggio a vuoto del Capoterra. L'ultima meta del Lecco a tempo scaduto fissa il punteggio finale sul 29 a 14 per gli ospiti.

La prima frazione si era chiusa con il punteggio di 12 a 11 per il Lecco, anche frutto di una generosa meta tecnica assegnata dal sig. Colantonio ai lombardi allo scadere, con giallo a Poloni, reo di un fallo "professionale".

Il Capoterra reagisce all'inizio del secondo tempo, e pur con l'uomo in meno è capace di portarsi in vantaggio con un drop di Gianmarco Baire. In campo si vede una squadra compatta, attenta nei placcaggi, nelle risalite e nei punti d'incontro; la mischia si equivale e la touche era leggermente migliore di quella degli ospiti. Poi, però, i venti minuti finali che hanno segnato il match.
Ottima la prestazione dei locali, dimostratisi ben all'altezza dell'avversario, meno lucidi nella fase cruciale del match, quando tutto faceva invece pensare ad un importante risultato casalingo.
Non si accampano scusanti, si segnalano solo le contemporanee assenze di Queirolo, Pinna e Francesio, ma anche il piacevole ed importante esordio in questo campionato di Ferrentino, che rientra in campo dopo un periodo di prolungata assenza.

Zero punti, e quindi già dalla prossima gara, in trasferta a Torino, la necessità di muovere la classifica. Certo che giocando con questa volontà ed intensità, questa squadra è in grado di mettere in difficoltà chiunque, e fà ben pensare per il girone di ritorno.

Man of the match: Fabrizio Ferrentino.

Tempo sereno e ventoso, temperatura 15º, spettatori 300 ca.

Tabellini

1º Tempo: 1° CP. Baire G. (C) - 18° Mt. Fumagalli D.(L) - 25° Mt. Poloni J.L. (C) - 33 CP. Baire G. (C) - 40° Mt. Tecnica (L) Tr. Brambilla J. (L)

2º Tempo: 15° Drop Baire G. (C) - 19° Mt. Rossi N. (L) - 21° Mt. Fumagalli D.(L) Tr. Brambilla J. (L) - 40° Mt. Scandolara (L).

Cartellini Gialli: 40° Poloni (C) - 64° Motta M. (L)

Punti classifica (0-5)

Amatori Capoterra: Aru M., Cauli E., Garau M. (C.), Baire G. (V.C.) (out 59°), Bousmina M. (out 70°), Samuele G., Ambus G., Busser L.N. (out 42°), Fantuz G., Mariottini F., Thioye P.E.M.(out 70°), Peddio R., Poloni J.L., Garau N.M.(out 72°), Ciprietti L.A., Baire A. (in 59°) Orru' D. (in 72°), Carboni M. (in 70°), Dessì P. (in 70°), Ferrentino F. (in 42°), n.e. Porceddu C.A., Careddu R.. Allenatore : Queirolo J.M..

Tutto Cialde Lecco: Brambilla J., Scandolara A., Rusconi M., Damiani S., Rossi N., Milani M. (V.C.), Cilio R., Fumagalli D., Sgarbossa L.(C.), Colombo T., Valentini F., Parini F., Butskhrikidze S., Turati G., Motta M., Ziliotto F., Mastrogiorgio M., Frigerio F., Denti M., Orlandi Arrigoni M., Malzanni F., Colosimo T.. Allenatore : Amedeo Zottola

Arbitro: Colantonio S. - Giudici di Linea: Pinna G. - Scioni M.

AMATORI CAPOTERRA - TUTTO CIALDE LECCO

Domenica 11 gennaio ore 14,30 ultima giornata del girone d'andata al Comunale di Via Trento contro la capolista Lecco.

I lombardi nutrono grandi ambizioni di raggiungere agevolmente i play-off di questa stagione, mentre l'obbiettivo del Capoterra è quello dichiarato in settimana dal presidente, cioè di raggiungere agevolmente la salvezza in questo campionato, di dare sempre maggiore minutaggio ed esperienza alle nuove leve, mantenendo altissima la concentrazione e l'impegno di tutti, dimostrando in ogni partita quel cuore e quell'orgoglio che non sono mai mancati alla nostra squadra.

Non sono tempi semplici, nulla è facile, ed è proprio in questi momenti che un vero rugbista, sia che pratichi come giocatore o dirigente, sia che venga allo stadio a sostenere i propri colori, deve dimostrare di dare sempre il massimo di quello che ha.

Non sappiamo se sia la nuova tribuna (assai fastidioso vedere la partita con i pilastri che dividono il campo) siamo infatti uno dei pochissimi stadi di rugby (e non solo) che si può "fregiare" di questa particolarità, sarà la delusione patita con la retrocessione, sarà forse il clima generale che non induce all'ottimismo, ma notiamo che il pubblico, i tifosi i sostenitori e le famiglie abbiano ultimamente un pò abbandonato il festoso appuntamento della domenica pomeriggio al campo.

Il Capoterra 2015, riprende dalla sconfitta contro il Parabiago, ed il Lecco non è inferiore a questa, compatto com'è in ogni reparto e con la rosa ben amalgamata da anni di gioco comune. Sarà una partita molto difficile, da affrontare però a viso aperto, con la serenità di viverla tra le mura amiche e con la certezza che nessuna partita ha il risultato scontato. Volontà, orgoglio, determinazione, attenzione e concentrazione, questo quanto serve al Capoterra per giocare oltre il limite, oltre il suo 100%.

Tutti i sostenitori sono invitati allo stadio di Via Trento, a dare una spinta decisiva ai nostri ragazzi e per godersi un bel pomeriggio di sport.

Arbitrerà il Sig. Colantonio di Roma.

PARABIAGO VS AMATORI CAPOTERRA 33-17

Non ce la fà il Capoterra contro il più attrezzato e completo Parabiago. La seconda forza del campionato si mostra più compatta della squadra sarda, che malgrado il risultato finale non demerita per impegno e caparbietà.

Nel XV iniziale ancora assente Queirolo, causa un noioso infortunio muscolare che lo tormenta ormai dall'inizio della stagione, al 13° il Capoterra perde anche Francesio, anche lui vittima di un incidente muscolare, rimpiazzato da Cauli. La partita vede il Capoterra portarsi in vantaggio con una calcio piazzato al secondo minuto, subito pareggiato e superato dai padroni di casa al 3° ed al 10° con due calci di punizione. Al 17° la prima meta del Parabiago, che realizza ancora al 25°, con il punteggio di 18 a 3 si chiude il primo tempo, nel quale il Capoterra non ha sfigurato, tenendo per quanto possibile in mischia chiusa e non demeritando nei punti d'incontro, anche se non ha mai dato l'impressione di poter cambiare l'inerzia della partita, sempre in mano ai padroni di casa.

Il secondo tempo si apre con la terza meta del Parabiago, la partita è segnata non tanto nel punteggio, comunque pesante, quanto nella tenuta del Capoterra logorata dalla fisicità degli avversari, vengono sostituiti alcuni uomini della prima linea e qualche trequarti, alla ricerca di una seconda parte del match più competitiva. Invece, a metà della seconda frazione il colpo di grazia del Parabiago che, con l'ala Baudo, in 4 minuti realizza altre due mete, chiudendo di fatto la partita. Orgogliosa la reazione dei ragazzi sardi, che prima con Cauli e poi con Orrù allo scadere realizzano due mete, che fissano il punteggio finale nel 33 a 17.

Nessun punto portato a casa, e cinque lasciati agli avversari, ma anche minuti importanti per le nuove forze del Capoterra, che in ogni partita cerca di far accumulare esperienza alla panchina, in attesa di poter inserire i giovani più promettenti della U18.

Ad un turno dalla fine del girone d'andata il Capoterra viaggia con 5 vittorie e 5 sconfitte, ma con l'ottenimento del bonus in ben 6 occasioni. Da annotare ancora una sconfitta fuori casa, quasi una costante della squadra capoterrese.

Il campionato riprenderà il 10 di gennaio, in casa contro la capolista Lecco.

Tabellini

1º Tempo 2° Cp Baire G. (C) - 6° Cp Sanchez J.P. (P) - 10° Cp Sanchez J.P. (P) - 17° Mt. Murgher M. (P) Tr. Sanchez J.P. (P) - 25° Mt. Sanchez J.P. (P) Tr. Sanchez J.P. (P)

2º Tempo 2° Mt. MISCHIA (P) - 19° Meta Baudo (P) - 23º Meta Baudo (P) - 27° Mt. Cauli E. (C) Tr. Baire G. (C) - 27° Mt. Orrù D. (C) Tr. Baire G. (C).

Cartellini Gialli: Nessuno

Punti classifica (5-0)

Parabiago: Baudo M., Branca D., Murgher M., Gomiero G., Schlecht A.Sanchez J.P., Carlone M., Maggioni D., Mikaele J., Cancro M.G., Lorenzini A.R., Volta Pupilli V., Canzini O., Fulcini L., Simioni F., Maggiolini L., Diani S., Polio Martinez J.C., Grimoldi G., Gibellini R., Albero R., Saleri F.

Amatori Capoterra: Francesio J.S. (out 13°), Aru M., Garau M. (C.), Baire G., Bousmina M.(out 58°), Samuele G., Ambus G., Busser L.N., Fantuz G., Mariottini F. (out 58°), Thioye P.M., Peddio R., Poloni J.L., Garau N.M., Ciprietti L.A., Carboni M.(in 58°), Baire A. (in 54°), Cauli E. (in 13°), Dessì G. (in 58°), Orru' D. (in 66°), Carrone D. (in 72°), n.e.: Queirolo J.M. (V.C.) Allenatore : Queirolo J.M..

Arbitro: Savio (TO)

Tempo coperto, temperatura 6º

AMATORI CAPOTERRA VS AMATORI PARMA 41-12

Il Capoterra supera agevolmente l'Amatori Rugby Parma, nella nona giornata di campionato

Partita segnata da 8 minuti fulminanti del Capoterra che, poco dopo la metà del primo tempo, realizza in soli 8 minuti quattro mete congelando così risultato finale e bonus mete.

La cronaca dell'incontro vede al 4° l'uscita per infortunio del tallonatore del Parma Andrea Dall'Asta sostituito da Riccardo Gennaro, all'8° minuto calcio piazzato non realizzato dal Parma, al 19° il Parma perde un'altro giocatore per infortunio. La partita fino a quel momento aveva fatto vedere azioni offensive da parte di entrambe le squadre ben arginate dalle rispettive difese, con maggiori errori di handling da parte del XV di casa. Una leggera supremazia della mischia di casa, mentre le touche vedevano una maggiore reattività degli ospiti. Al 22° la svolta della partita con la meta di Fantuz, a cui sono seguite in rapida successione (24° - 27° e 30°) le mete di Samuele, Cauli e Francesio, a chiudere il conto della partita, 26 a 0 per il Capoterra, e colpo del KO per il parmensi. Il tempo si chiude con fasi alterne che vedono i parmensi - orgogliosa la loro reazione e la volontà di rimanere nella partita malgrado il risultato ormai ampiamente compromesso - arrivare in area di meta con il loro sforzo vanificato dalla difesa capoterrese che costringe ad un sollevato, e del Capoterra che fallisce una sicura realizzazione per un avanti di Cauli a pochi passi dalla meta.

Il secondo tempo si apre con la meta del Parma al 4°, la reazione del Capoterra non si fà attendere all'8° con Queirolo ed al 12° con Gianmarco Baire realizza altre due mete che ampliano il divario tra le due formazioni. Al 60° iniziano le sostituzioni e la squadra di casa fà entrare tutta la panchina a disposizione. Il Parma realizza la sua seconda meta al 27°, ed il Capoterra chiude l'incontro allo scadere con la sua settima meta odierna, ancora con Fantuz. Buona la prestazione del Capoterra, al cospetto di un avversario non irresistibile. Conferma di Francesio (Man of the match della gara), e dei meccanismi di gioco che si stanno sempre più affinando, mentre si sono notati diversi errori alla mano e spesso l'opzione per azioni personali quando invece il passaggio avrebbe risolto più efficacemente l'azione.

Vittoria doveva essere e vittoria è stata con il bonus, che permette al Capoterra di assestarsi al sesto posto a pari punti con l'Alghero.

Domenica prossima difficile trasferta in terra lombarda con la seconda forza del campionato (Parabiago), reduce da una sconfitta a Lecco che l'ha privata del primo posto nel girone.

Man of the match: Juan Sebastian Francesio

Tempo coperto, temperatura 15ºC, spettatori 300 circa.

Tabellini

1º Tempo: 22° Mt. Fantuz G.(C) - 24° Samuele (C) Tr. Baire G. (C) - 27° Cauli (C) Tr. Baire G. (C) - 30° Francesio (C) Tr. Baire G. (C)
2º Tempo: 4° Kouassi (P) - 8° Queirolo (C) - 12° Baire G. (C) - 27° Negri (P) Tr. Pellegrino (P) - 40° Fantuz (C).

Cartellini Gialli: nessuno

Punti classifica (5-0)

Amatori Capoterra: Francesio J.S.(out 62°), Aru M., Cauli E., Garau M. (C.) (out 73°), Baire G.,Samuele G. (out 65°), Queirolo J.M. (V.C.) (out 74°), Busser L.N., Fantuz G., Thioye P.E.M., Peddio R., Poloni J.L.(out 61°), Garau N.M.(out 73°), Ciprietti L.A., Bousmina M.(in 62°), Baire A. (in 65°) Orru' D. (in 73°), Carrone D. (in 74°), Loddo E.,(in 73°), Ambus G.(in 74°), Carboni M. (in 61°). Allenatore : Queirolo J.M..

Amatori Parma: Maghenzani, Merolle, Ciccarelli, Tanzi, Letizia, Gagliardi (V.C.), Sergi, Bosco, Andreozzi (C), Ramos, Camurri, Fatica, Bertozzi, Dall'asta, Cali', Riccardo, Negri, Kouassi, Scarica, Pellegrino, Orsenigo, Cantoni. Allenatore : Riaan May

Arbitro: Zimei A. - Giudici di Linea : Pinna G. - Scioni M.

AMATORI CAPOTERRA VS AMATORI PARMA

DOMENICA 14 DICEMBRE ORE 14,30 CAPOTERRA CAMPO COMUNALE

La nona di campionato vede il Capoterra in casa contro l'Amatori Parma. La seconda squadra di Parma viaggia attualmente al decimo posto in classifica, a cinque punti dalla zona calda e scenderà in Sardegna con l'intento di ottenere qualche punto utile per il suo campionato.

Nel Capoterra, reduce dalla bruciante sconfitta nel derby, rimane posto solo per la voglia di dimostrare la forza della squadra e la volontà di riscatto. Ancora una volta gli infortuni tengono ai box alcuni giocatori, della ridotta rosa capoterrese. Ma questo non fà altro che alimentare le aspettative dei giovani locali inseriti nella squadra in questo campionato di transizione. Per la prima volta tra le mura amiche l'utility back Juan Sebastian Francesio, giocatore che nel derby ha dimostrato le sue indubbie qualità, e che è atteso alla riconferma nella partita di domenica.

Serve la vittoria e tutti i punti possibili, per poter affrontare in tranquillità la proibitiva trasferta di Natale contro la prima in classifica Parabiago. Ancora una volta invitiamo tutti i tifosi del Capoterra a venire allo stadio domenica, per dare una mano ai ragazzi e godersi un bel pomeriggio di sport.

Arbitrerà il Sig. Alfredo Zimei della sezione di L'Aquila.

AMATORI ALGHERO VS AMATORI CAPOTERRA 30-12

L'ottava di campionato al Maria Pia per il derby regionale d'andata tra l'Alghero ed il Capoterra ha visto la netta vittoria dell'Amatori Alghero.

La cronaca della partita registra un avvio bruciante degli ospiti, che già al 4° andavano in meta con Mattia Aru, oggi schierato ala, per l'esordio in giallorosso dell'estremo Francesio (ottima prova la sua); gli ospiti parevano più brillanti dei locali nel gioco alla mano, ma già dalle prime mischie chiuse iniziavano a denotare debolezze che poi sarebbero state la chiave della partita.

L'Alghero, malgrado la supremazia territoriale, non riusciva a sfondare e solo al 24° un calcio piazzato di Anversa portava il risultato sul 5 a 3 per il Capoterra. Il Capoterra, irretito e caduto nella trappola dei calci di spostamento algheresi, rispondeva con la stessa tattica, rinunciando ad esprimere il gioco alla mano e sfruttare la velocità e la fantasia dei suoi trequarti, unica vera arma contro i pesanti avanti algheresi. Nel finale del tempo, nel generoso recupero ordinato dal sig. Meconi, vengono concessi ben tre calci piazzabili all'Alghero, in uno di questi Anversa fà centro e chiude il primo tempo in vantaggio per 6 a 5.

Al 2° minuto della ripresa, altro calcio piazzato a favore dell'Alghero per il 9 a 5 (alla fine della gara il tabellino registra che neppure un calcio possibile ai pali è stato concesso al Capoterra). Al 5° la svolta della partita con un giallo al seconda linea capoterrese Peddio, contemporaneamente la mischia dell'Alghero sale in cattedra, non lasciando più alcuna chance a quella capoterrese. Per ben due volte al 7° ed al 15° l'arbitro assegna la meta tecnica. La differenza tra i due pacchetti avanzati è stata evidente, e la superiorità algherese ha creato il solco tra le due squadre. Al 15° altro giallo all'apertura del Capoterra Gonzalo Samuele, al 22° giallo al pilone sinistro dell'Alghero Ceglia, ed al 32° la meta dell'Alghero che chiude la partita con l'ala Pesapane, pronto a far suo il rimbalzo favorevole dopo un colpo di tacco del capitano Daga. Gli ultimi dieci minuti sono segnati dalla girandola dei cambi in entrambe le squadre; all'ultima azione, in pieno recupero, ancora una volta con una bella e veloce azione al largo, Fantuz realizza la meta dell'orgoglio del Capoterra.

Grande fair play al fischio finale, tra due squadre che non si sono risparmiate per tutto l'incontro, e gli abbracci tra i giocatori avversari-amici uniti all'applauso del pubblico siglano l'epilogo del derby d'andata.

Una buona partita, che consolida le certezze dell'Alghero e lascia tanto da rivedere per il Capoterra. Sara' compito del coach Queirolo trovare le soluzioni migliori e gli accorgimenti tattici per il miglior prosieguo del campionato, già domenica prossima in casa contro l'Amatori Parma.

Tempo coperto, temperatura 14º, spettatori 250 ca.

Tabellini
1º Tempo: 4° Mt. Aru M.(C) - 24° Cp Anversa M. (A) - 40° + 2 Cp Anversa M. (A)
2º Tempo: 2° Cp Anversa M. (A) - 7° Meta tecnica (A) Tr. Anversa M. (A) - 15º Meta tecnica (A) Tr. Anversa M. (A) - 32° Mt. Pesapane D.D. (A) Tr. Anversa M. (A) - 40°+4 Mt. Fantuz (C) Tr. Samuele G. (C)

Cartellini Gialli: 45° Roberto Peddio (C), 55° Gonzalo Samuele (C), 22° Ceglia A. (A), 80°+3 Lorenzini D. (A).

Punti classifica (4-0)

Amatori Alghero: Martiri G.(out 76°), Pesapane D.D., Grasso F.R., Deligios R.(out 78°), Solinas F., Anversa M.(out 78°), Daga T.(C), Cimardi A., Ostberg K.E. (out 29°), Usai F.(VC), Lupi M., Paco O., Ceglia A., Spirito M., Bonetti G.(out 76°), Paddeu M. (in 29°),Piras A. (in 76°), Peana A. (in 76°),Lorenzini D.(in 78°), Tonni D. (in 78°) n.e.: Gabbi S., Spanu S. Allenatore : Anversa M.

Amatori Capoterra: Francesio J.S., Aru M., Garau M. (C.) (out 73°), Baire G., Bousmina M.(out 73°), Samuele G., Queirolo J.M. (V.C.), Busser L.N., Ciprietti L.A., Mariottini F., Fantuz G., Peddio R., Poloni J.L., Garau N.M., Carboni M., Baire A. (in 73°) Dessì G. (in 73°) n.e.: Orru' D., Carrone D., Loddo E., Pinna C., Ambus G. Allenatore : Queirolo J.M..

Arbitro: Meconi.

AMATORI ALGHERO VS AMATORI CAPOTERRA

DOMENICA 7 DICEMBRE ORE 14,30 CAMPO COMUNALE MARIA PIA

Quarta trasferta del campionato di serie B, il Capoterra ad Alghero per il derbissimo regionale.

La partita nella partita, quella che esce dagli schemi, che quasi non c'entra con il campionato; quella partita che ha il clima diverso, dove non fà caldo e non fà freddo e che si consuma tutta d'un fiato, che non c'è l'arbitro od il pubblico; dove per vincere l'orgoglio, la volontà e la determinazione devono superare il dolore,la sofferenza e la stanchezza.

E' la partita in cui gli amici, avversari di tante battaglie, si scontrano ancora per poter vantare uno sguardo diverso, fino alla prossimo derby.

Non sono importanti le formazioni, lo stato della squadra, gli infortuni, gli assenti o i presenti.

Conta solo l'anima, la pelle che si fonde con la maglia, l'unico respiro che la squadra sarà capace di avere.

Un derby si vince con ogni mezzo e con tutte le energie, fino all'ultimo minuto.

In sintesi E' LA PARTITA.

Arbitrerà il signor Federico Meconi di Frascati.

Poco d'aggiungere ....... FORZA CAPOTERRA

AMATORI CAPOTERRA VS BERGAMO 1950 48-12

Ancora una prova casalinga del Capoterra che non lascia spazio alle velleità dell'avversario, e si aggiudica largamente l'incontro contro la neopromossa Bergamo 1950.

Defaiance all'ultimo istante per l'atteso esordio con i colori giallorossi di Juan Sebastian Francesio, assente anche Carboni in prima linea, ed in panca reduci da infortuni Pinna e Carrone.
Il Capoterra, dopo i primi quindici minuti di studio con fasi alterne, nelle quali però il XV di casa dimostrava maggiore pericolosità, il risultato si sblocca con una meta in maul di Fantuz, trasformata da G. Baire, al 19° ancora G. Baire con un calcio piazzato, fallito invece da Fenili per il Bergamo al 26°, unica possibilità di segnatura dei lombardi per tutto il primo tempo. Al 28° giallo per Malick Thioye per placcaggio pericoloso. Nonostante l'inferiorità numerica il Capoterra s'insedia stabilmente nella metà campo bergamasca, e realizza ancora al 36° con Aru ed al 39° con Busser, fissando il risultato parziale sul 22 a 0 che non lascia molte speranza al Bergamo.

Buona la mischia dei padroni di casa e discreto il gioco della trequarti, oltre che la touche, comunque equamente divisa tra le due compagini. Sono più incisivi i ball carrier dei padroni di casa, notevole l'impatto sulla gara di Poloni e Garau. Al 10° del secondo tempo ancora in meta Aru (oggi man of the match). Alla quarta meta e sul punteggio a quel punto sicuro, inizia la girandola delle sostituzioni per la squadra di casa (Geraci per Poloni al 12°), al 14° G. Baire schiaccia oltre i pali prima di lasciare il campo per il fratello Alessandro al rientro dopo un lungo stop. Al 23°, inaspettata e forse viziata da un avanti, la meta di Minetti trasformata da Avino per il Bergamo. Il Capoterra riprende a macinare gioco ed al 31° Gonzalo Samuele, con una accelerazione bruciante, taglia in due la difesa del Bergamo e segna ancora per i padroni di casa. Il Capoterra opera le ultime sostituzioni, mandando in campo praticamente tutta la panchina, Orru', Dessi', Loddo e Carrone rilevano rispettivamente N. Garau, Bousmina, M. Garau e Ciprietti. Al 36° seconda meta del Bergamo ancora con Minetti ed al 38° chiude la partita l'ottava meta del Capoterra, con Samuele che, dopo aver ancora una volta superato la difesa avversaria, offre un comodo pallone a Dessi per la sua prima meta in serie B.

Il Capoterra vince agevolmente una partita caratterizzata da un controllo totale, anche se meno brillante nelle giocate rispetto a quanto visto in precedenza, forse conseguenza della lunga sosta e della diminuita confidenza con le gare ufficiali. Vittoria che comunque porta 5 utilissimi punti in classifica, in vista del derby d'andata della prossima domenica.

Man of the match: Mattia Aru

Tempo coperto, temperatura 21º, spettatori 350 ca.

Tabellini

1º Tempo: 16° Mt. Fantuz G.(C) Tr. Baire G. (C) - 19° Cp Baire G. (C) - 36° Aru M. (C) Tr. Baire G. (C) - 39° Busser L. (C)

2º Tempo: 10° Aru M. (C) Tr. Baire G. (C) 14º Mt. Baire G. (C) Tr. Garau M. (C) - 23° Mt. Minetti M. (B) Tr. Avino G. (B) - 31° Mt. Samuele G. (C) - 36° Mt. Minetti M. (B) - 38° Mt. Dessì P. (C).

Cartellini Gialli: 28° Pt. n°4 Capoterra Malick Thioye.

Punti classifica (5 - 0)

Amatori Capoterra: Aru M., Cauli E., Garau M. (C.), Baire G., Bousmina M., Samuele G., Queirolo J.M. (V.C.), Busser L.N., Fantuz G., Thioye P.E.M., Peddio R., Poloni J.L., Garau N.M., Ciprietti L.A., Geraci L.(52°), Baire A. (57°) Orru' D. (72°), Carrone D. (72°), Loddo E.,(72°), Dessì G. (72°), n.e. Pinna C.. Allenatore : Queirolo J.M..

Bergamo 1952: Fenili, Minetti, Salvini, Tasca, Rocca, Avino, Chiari, Parisini, Lo Giudice, Moreno, Gazzaniga, Farina, Lumassi, Pezzotta, Brignoli, Plevani, Travaglione, Facchinetti, Pezzoli, Macaccaro, La Chioma, Cornaro. Allenatore : Beretta D.

Arbitro: Bottino M. - Giudici di Linea : Piscedda G. - Scioni M.

Sottoscrivi questo feed RSS

Login o crea un account

fb iconConnettiti con Facebook